• Gli abusi sui migranti in Libia sono una macchia per la coscienza dell’umanità

    di William Lacy Swing, Direttore Generale dell’OIM

    In Libia si stima che vi siano circa 700.000 migranti: decine di migliaia di loro sono vittime di terribili sofferenze causate da trafficanti senza scrupoli. Gli abusi su coloro che si trovano trattenuti contro la loro volontà in condizioni misere e disumane rappresentano una macchia sulla nostra coscienza.

I am a migrant

I am a migrant

Notizie

- L'OIM ROMA ROMA PROPONE NUOVE MISURE PER RILANCIARE LE POLITICHE SU MIGRAZIONE E LAVORO

L’OIM ROMA PROPONE NUOVE MISURE PER RILANCIARE LE POLITICHE SU MIGRAZIONE E LAVORO

operaifoto_oim.jpg14  febbraio 2014 -  Semplificazione dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro, lotta allo sfruttamento lavorativo e facilitazione del ritorno volontario per i lavoratori disoccupati: l’OIM Roma indica - in una serie di proposte da condividere con le istituzioni italiane - i 3 punti cardine intorno ai quali far ruotare una politica su migrazione e lavoro coerente e in grado di superare le criticità che ancora si riscontrano in Italia.

- PARTE IL PROGETTO PRUMA

 

PARTE “PRUMA”, PROGETTO CHE PROMUOVE IL DIRITTO AL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE PER I MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

 

minors-pruma.jpg7  febbraio 2014 -  E' stato avviato a gennaio "PRUMA", progetto finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati e gestito dal'OIM Roma. Scopo dell'iniziativa è facilitare il ricongiungimento familiare dei minori stranieri non accompagnati che giungono in Europa per richiedere protezione internazionale e che hanno parenti in uno degli stati membri dell’Unione Europea, evitando che continuino il viaggio da soli, con il rischio di diventare nuovamente vittime di tratta, sfruttamento e marginalità.

- NEL 2013 OLTRE 45.000 MIGRANTI HANNO RISCHIATO LA VITA PER RAGGIUNGERE LE COSTE ITALIANE E MALTESI

NEL 2013 OLTRE 45.000 MIGRANTI HANNO RISCHIATO LA VITA PER RAGGIUNGERE LE COSTE ITALIANE E MALTESI

lampedusa18.jpg23  gennaio 2014 -  Nel corso del 2013 sono stati quasi 45.000 i migranti che hanno rischiato la vita nel tentativo di raggiungere le coste italiane e maltesi. Oltre 42.900 sono sbarcati in Italia, 2.800 a Malta. Si tratta del numero più alto di arrivi registrato nei due paesi dal 2008 (ad eccezione dell’anno della crisi libica, il 2011). In Italia, le donne sbarcate sono state oltre 5.400, mentre i minori oltre 8.300 (5.200 non accompagnati). La maggior parte degli sbarchi ha interessato Lampedusa (14.700) e il territorio siracusano (14.300).

- 10 PROPOSTE PER PROMUOVERE UNA GESTIONE DELL'IMMIGRAZIONE IRREGOLARE PIU' EFFICACE

L’OIM ROMA: 10 PROPOSTE PER PROMUOVERE UNA GESTIONE DELL’IMMIGRAZIONE IRREGOLARE CHE POSSA ESSERE PIÙ EFFICACE E RISPETTOSA DEI DIRITTI DEI MIGRANTI

dscn5648.jpg17  gennaio 2014 -  L’OIM Roma ha sviluppato 10 proposte per il superamento delle principali problematiche che caratterizzano il tema dell’immigrazione irregolare in Italia. Le proposte intendono contribuire alla risoluzione di alcune delle criticità legate alla
gestione del fenomeno migratorio in Italia e sollevate dal recente
dibattito politico e mediatico sui Centri di Identificazione ed
Espulsione (CIE) e sul reato di immigrazione clandestina.

- EVITARE IL TRATTENIMENTO NEI CIE DI QUEI MIGRANTI CHE SONO DETENUTI E CHE POSSONO ESSERE IDENTIFIC

L’OIM ROMA: EVITARE IL TRATTENIMENTO NEI CIE DI QUEI MIGRANTI CHE SONO DETENUTI E CHE POSSONO ESSERE IDENTIFICATI IN CARCERE

dscn5655.jpg23 dicembre 2013 -  Affrontare in maniera efficace la questione dei migranti che dopo aver scontato una pena in carcere vengono trasferiti nei Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE) al solo fine di procedere a un’identificazione mai eseguita in prigione, e risolvere una serie di criticità rilevate all’interno dei Centri.Questo il tema sollevato dall’OIM Roma già oltre un anno fa con una lettera inviata agli allora Ministri dell’Interno, degli Esteri e della Giustizia italiani.

- GIORNATA INTERNAZIONALE DEL MIGRANTE 2013

GIORNATA INTERNAZIONALE DEL MIGRANTE 2013: È IL MOMENTO DI AGIRE PER SALVARE LE VITE DEI MIGRANTI IN SITUAZIONI DI PERICOLO

fotoimd.jpgGinevra 17 dicembre 2013 -  "Se la comunità internazionale non adotterà misure decisive per affrontare le cause della migrazione irregolare molti migranti continueranno a perdere la vita per mano di trafficanti. E' il momento di agire e di salvare le vite dei migranti, affinchè non muoiano nel tentativo di attraversare con modalità troppo rischiose confini divenuti sempre più difficili da varcare legalmente". Queste le dichiarazini del Direttore Generale OIM, l'amb. William Lacy Swing, in occasione della Giornata Internazionale del Migrante 2013.

- CONCERTO IN MEMORIA DEI MIGRANTI CHE HANNO PERSO LA VITA A LARGO DI LAMPEDUSA

L’OIM ROMA DEDICA UN CONCERTO ALLA MEMORIA DEI MIGRANTI CHE HANNO PERSO LA VITA A LARGO DI LAMPEDUSA

mare.jpg12 dicembre 2013 - L’OIM Roma, insieme all’Accademia Filarmonica Romana, organizzano domani venerdi 13 dicembre un concerto “in memoria dei migranti che hanno perso la vita a largo di Lampedusa, nel Mediterraneo e in altri luoghi, nella ricerca di una vita migliore”. Il concerto avrà luogo a Roma presso la Basilica di Santa Maria del Popolo, alle ore 19.

- RITORNI VOLONTARI: IL RUOLO CHIAVE DEI PROGRAMMI DI REINTEGRAZIONE

IL RUOLO CHIAVE DEI PROGRAMMI DI REINTEGRAZIONE RIVOLTI AI MIGRANTI CHE TORNANO NEL PAESE DI ORIGINE AL CENTRO DELLA CONFERENZA FINALE DEL PROGETTO “LER”

reintegrazione.jpg5 dicembre 2013 - Lo strumento della reintegrazione come elemento chiave per permettere l’inizio di una nuova vita una volta ritornati nel paese di origine. Questo il tema chiave della Conferenza finale del progetto LER (“Linked Efforts for Reintegration between the two shores”) che si è svolta presso la sede dell’OIM Roma gli scorsi lunedi e martedi. L’Ufficio OIM di Roma ha partecipato in qualità di partner al progetto che, realizzato dalla ong spagnola ACULCO e coordinato dall’OIM Spagna, è stato finanziato dal Fondo Europeo Ritorno e dall’ “Agencia Catalana de Cooperacion al Desarollo

- PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN

RITORNO VOLONTARIO E ASSISTITO: PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN 

conferenza_vren.jpg28 novembre 2013 - Si è  svolta alcuni giorni fa a Bruxelles la Conferenza Finale del  Progetto VREN (Voluntary Return European Network). L’evento ha avuto lo scopo di illustrare le attività svolte nel corso dei 24 mesi del progetto, avviato nel gennaio 2012 e in conclusione a fine dicembre 2013.

- APERTURA HELP DESK A NIAMEY

OIM ROMA E OIM NIAMEY PROMUOVONO L’APERTURA DI UN HELP DESK IN NIGER PER MIGRANTI DESIDEROSI DI CONTRIBUIRE ALLO SVILUPPO DEL PROPRIO PAESE D’ORIGINE

niamey.jpg21 novembre 2013 - Si è  svolta la scorsa settimana a Niamey, in Niger, una missione congiunta di OIM Roma e International Centre for Migration Policy Development (ICMPD) organizzata nel quadro  del  Progetto AMEDIP. La missione è stata focalizzata sulla prossima apertura di un Help Desk dedicato alla diaspora nigerina in Europa.