Search

L'OIM oggi

Fondata nel 1951, l'OIM è la principale Organizzazione Intergovernativa in ambito migratorio.

-156 Stati Membri e 10 Stati osservatori.
- oltre 460 uffici nel mondo
- Personale operativo di oltre 6.690 unità e oltre 2.000 progetti attivi

L'OIM in Italia

L'OIM nel mondo



Rapporto OIM sugli Stagionali

migranti_stagionali_riuniti_allalba_in_attesa_di_essere_prelevati__per_andare_a_lavorare_nei_campi_foto_mashid_mohadjerin.jpg
Scarica il rapporto

W3C Certification

CSS Valido!

Manuale Praesidium

praesidiumpub.jpg
Scarica il manuale

La campagna di sensibilizzazione sulla migrazione

Per saperne di più

Rapporto OIM su Castelvolturno

castelvolturno.jpg
Scarica il rapporto

Cartografia dei Flussi Migratori Italia-Marocco

Inventario ICMPD/OIM

iom_banner2.jpg
   Missione OIM in Italia  


L’OIM: I GIOVANI MIGRANTI SONO I NUOVI AGENTI DI SVILUPPO - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA GIOVENTÙ,12 AGOSTO

iom.pngGinevra 12 agosto 2013 - Nel mondo di oggi sempre più globalizzato e interconnesso, in cui sempre più persone migrano come mai prima nella storia umana, i giovani migranti tra i 15 ei 24 anni sono diventati potenti agenti di cambiamento e di sviluppo. Entro la metà del 2010, il numero totale di giovani migranti è stato stimato a 27 milioni di euro, pari a un ottavo dei 214 milioni di migranti internazionali presenti oggi nel mondo.

Leggi tutto...
 

CASO "SALAMIS" - L'OIM: DARE SEMPRE PRIORITA' ALL'ASSISTENZA ALLE IMBARCAZIONI IN DIFFICOLTA'

Siracusa: migranti trasferiti in piccoli gruppi dalla Salamis alla terraferma7 agosto 2013 - 81 uomini, 20 donne – tra cui 4 incinte – e un bambino di 5 mesi. Tutti di nazionalità eritrea e sudanese. E’ questa la lista dei migranti che mercoledì il governo italiano ha accettato di accogliere sul proprio territorio dopo l’impasse che aveva bloccato il cargo che li aveva soccorsi, la Salamis, al largo delle acque territoriali maltesi.

Leggi tutto...
 
TROVATA UNA SOLUZIONE PER I MIGRANTI BLOCCATI AL LARGO DI MALTA: L’APPREZZAMENTO DELL’OIM

La Salamis al largo di Siracusa7 agosto 2013 - L'OIM esprime soddisfazione per la fine dell’impasse relativa ai 102 migranti bloccati da lunedi scorso al largo delle coste maltesi sul cargo Salamis.  Il cargo, fermato dalla Marina di Malta al momento di entrare nelle acque territoriali maltesi, è arrivato pochi minuti fa a Siracusa. Tra i migranti, che erano stati soccorsi in alto mare dalla Salamis, vi sono anche donne incinte e altre persone in condizioni di estrema vulnerabilità.
Leggi tutto...
 
RITORNO E REINTEGRAZIONE NEL PAESE DI ORIGINE: NASCE LA GUIDA OIM PER LA CREAZIONE E LA GESTIONE DI UNA MICRO-IMPRESA

ritorno_produttivo.jpg2 agosto 2013 - “Ritorno Produttivo - Guida alla creazione e gestione di una micro-impresa per i migranti che rientrano nel proprio paese di origine”. Questo il titolo della nuova pubblicazione prodotta dall’OIM Roma e rivolta in modo specifico a tutti quei migranti che, volendo aderire ai programmi di Ritorno Volontario Assistito, intendono avviare una attività imprenditoriale nel paese di origine
Leggi tutto...
 
CONTRASTO ALLA TRATTA E SFRUTTAMENTO LAVORATIVO: L’IMPEGNO DELL’OIM ROMA NELLA RICERCA DI SOLUZIONI EFFICACI E CONCRETE

migranti_stagionali_riuniti_allalba_in_attesa_di_essere_prelevati__per_andare_a_lavorare_nei_campi_foto_mashid_mohadjerin.jpg25 luglio 2013 - Il fenomeno della tratta di esseri umani e lo sfruttamento dei migranti coinvolge un alto numero di migranti che finiscono in circuiti di marginalità sociale e illegalità, vittime di un sistema di sfruttamento spesso posto in atto da cittadini italiani. L’OIM Roma, proprio al fine di promuovere un’efficace attività di contrasto allo sfruttamento dei migranti, ha sviluppato alcune proposte concrete.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>


MIDA Donne Somalia II

minors-pruma.jpg
Per saperne di più

Programma di Ritorno Volontario Assistito

Dati Istat sull'immigrazione in Italia

Cultural Shock

Migrazione e Diversita'

plural.pngPer saperne di più

Inviare le rimesse in patria

logo2.jpg
Per saperne di più

Progetto FIIT


RSS 2.0